facebook twitter  

Studi360


Pedagogia

Il termine pedagogia deriva dal greco παιδαγογια, "generare bambini", da παιδος – paidos, "bambino" e αγω – ago, "condurre, accompagnare" e indica quella disciplina che studia i processi dell'educazione e della formazione dell'uomo lungo le diverse fasi dell'esistenza.
Originariamente, con il termine "pedagogo" si intendeva il precettore, ossia la persona cui era affidata l'educazione di un bambino ma oggigiorno è solo un luogo comune che il pedagogista si occupi esclusivamente di bambini. Infatti, la pedagogia si occupa sì di bambini, ma anche di adolescenti, giovani, adulti e anziani. In particolare, a livello teorico la pedagogia si occupa di riflettere sui fenomeni di educazione e formazione, anche riferiti al settore dell'istruzione scolastica, mentre a livello pratico ed euristico, essa si occupa specificatamente dei metodi e procedimenti educativi.
Nell'ambito della pedagogia, la formazione si riferisce ad un processo che si occupa della personalità dell'uomo nel suo complesso; l'istruzione comprende la trasmissione e l'acquisizione di un sapere specifico (conoscenze e competenza); l'educazione, infine, abbraccia conoscenze, competenze ed elaborazione/applicazione di entrambi.
Il pedagogista è un professionista laureato dotato di una formazione multidisciplinare, che solitamente comprende la pedagogia stessa, la psicologia, l'antropologia, la sociologia, la filosofia e la storia.
Egli si occupa di: attività di orientamento scolastico e professionale; direzione, supervisione, progettazione, coordinamento e attuazione di progetti per la formazione professionale; aggiornamento, qualificazione, riqualificazione e selezione del personale nell'ambito di enti, istituzioni, imprese pubbliche e private; attività di sperimentazione, ricerca, didattica e formazione.
L'esercizio della professione comprende l'uso di strumenti conoscitivi, metodologici e di intervento per la prevenzione, la valutazione e il trattamento dei disagi manifestati dalle persone nei processi di apprendimento e/o formazione-educazione.

Aree di applicazione della pedagogia:

Centri socio-educativi, centri occupazionali diurni, centri di accoglienza per disabili, asili nido, cooperative di lavoro deputate all'accoglienza delle persone con disabilità, oratori, ludoteche, centri di aggregazione giovanile, consultori, centri per le famiglie, servizi di sostegno alle famiglie, servizi di mediazione familiare, comunità residenziali per disabili, comunità residenziali per minori, servizi per minori stranieri, servizi di operatori di strada, clownterapia, servizi socio-culturali, informa giovani, servizi socio-educativi degli enti locali, servizi per la tutela dei diritti dell'infanzia, cooperative sociali; centri di recupero per tossicodipendenti; telefoni rosa e azzurri e centri per la violenza su donne e su minori; servizi per l'inserimento lavorativo mirato per soggetti disabili o problematici.
Servizi di consulenza pedagogica nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado; coordinamento pedagogico speciale nelle scuole dell'infanzia; progetti di intervento speciale per soggetti disabili; progetti di prevenzione del disagio sociale, della dispersione scolastica e del bullismo; servizi per l'orientamento; servizi di dopo-scuola e attività educative extrascolastiche; centri di formazione professionale.

Affido; adozione; situazioni di abuso e maltrattamento di minori; criminalità minorile; comportamenti di dipendenza. 

Questo sito fa uso dei cookies

per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Prosegui se sei d'accordo.

Approvo